Pino D’Alfonso. Foresta tacita

IMG_3616È uscito per La Biblioteca dei Libri Perduti, casa editrice da me cofondata, il libro Foresta tacita di Pino D’Alfonso, artista e poeta scomparso nel 2013.

Il libro raccoglie una serie di poesie scritte a partire dagli anni Ottanta e rimaneggiate fino alla fine della vita del suo autore. In appendice al volume, una serie di riproduzioni delle opere splendide create dall’autore, installazioni poetiche create con legno, ferro, materiali di recupero.

La poesia è disposta in modo futuristico, “a scale”, in cui spazi bianchi e grafica contribuiscono a una lettura ben precisa, a pause volute, e accompagnano il lettore alla scoperta delle immagini luminose e precise dell’immaginario del poeta: luci e colori del sud Italia, del Portogallo, sensazioni, luoghi dell’anima e passioni, ricordi e immagini. Un vero e proprio universo a sé stante, una foresta in cui entrare silenziosamente, seguendo il ritmo delle parole sopite dietro queste immagini e i temi della poesia.

Un esempio delle poesie è riportato di seguito.

IMG_3656

Per me una vera e propria prova d’editore, in cui ho curato sia la parte grafica secondo la volontà dell’autore, cercando di capire le scelte già fatte e quelle che avrebbe compiuto; scegliendo persone adeguate alla compilazione della prefazione e della nota critica: una è Silvia Colombo, storica dell’arte contemporanea ed esperta di poesia visiva, con cui ho cofondato la rivista di arte contemporanea Nèura Magazine; l’altro è Dome Bulfaro, poeta e artista di Monza con cui da anni collaboro per il festival PoesiaPresente, da lui ideato e condotto. Oltre a loro, i consigli di Gabriele Ferrero, con me compagno in questa avventura, di Lucia Valcepina, Alfonso Cucinelli, Giulio Gasperini, gli altri “bibliotecari perduti” che si sono uniti. E naturalmente, la disponibilità di Simona Anna Paracchini, che ha aperto l’archivio del marito e mi ha permesso di conoscere le sue opere.

Per acquisti: www.libriperduti.it/prodotto/pino-dalfonso-foresta-tacita/

Lascia un commento