Le opinioni

Le opinioni. Le opinioni, mi hanno insegnato fin dalla scuola elementare, vanno argomentate con dati certi, fatti che conosciamo bene e possibilmente da vicino. Altrimenti non solo è meglio tacere, ma stare zitti diventa un dovere verso tutti, un dovere di responsabilità che è quella di non diffondere false notizie strumentalizzate per il gusto di fare sterili polemiche e di lamentarsi di tutto senza mai proporre niente. Dovrebbe anche essere scritto nella Costituzione.

Perciò in questi giorni pieni di dolore, riempirsi la bocca di polemiche buttate là in caciara, parlare di alberghi a cinque stelle per gli immigrati e non ai terremotati lasciati invece nelle tendopoli, di karma contro persone che cucinano pasta all’amatriciana, di politici cattivi e di governo ladro e di strutture antisismiche e di tutto l’universo dell’architettura urbana contemporanea senza averne alcuna cognizione di causa fa diventare i Social network una macchina che mangia e vomita qualsiasi notizia al pari di qualsiasi bufala e opinione fuori luogo.

Lascia un commento