Chi sono

Mi chiamo Anna Castellari, sono nata nel 1981 in Friuli. Mi sono laureata in traduzione a Trieste, ho vissuto a Parigi, Granada, Nizza. E mi sono fermata a Milano, ma non si sa mai. Girovaga per vocazione, mi sono appassionata ai libri fin da bambina, quando leggevo sotto un amolo gigantesco (pruno dai frutti gialli) per tutta l’estate, e sotto le coperte o in ogni luogo caldo disponibile d’inverno.

Lavoro come free lance per service editoriali, case editrici, agenzie di comunicazione.

Ispezionando le foglie incastrate sui guanti nei boschi del Pian Cansiglio. Foto: Chiara Dazzi
Ispezionando le foglie incastrate sui guanti nei boschi del Pian Cansiglio. Foto: Chiara Dazzi

Sono co-fondatrice di Nèura Magazine, rivista d’arte contemporanea, e dell’Associazione La Biblioteca dei Libri Perduti, che oltre a scovare rarità e mirabilia, si propone di ripubblicare testi inediti da molto tempo ma non per questo privi di un interesse storico e culturale. Per questa casa editrice curo in particolare la comunicazione, sia online che su cartaceo (ma ho curato anche l’impaginazione e gli apparati di Foresta tacita, il primo volume della casa editrice).

Scrivo per diverse testate. Ultimamente per Ho un libro in testa e Via dei Serpenti. E poi, cerco – a modo mio – di parlare di libri, di cose che amo, di lavori che apprezzo. Ho deciso di raggruppare tutto questo alla voce Blog.

L’immagine di copertina è dell’illustratrice Liza Schiavi.

Mi piace seguire piccoli business, dar loro una mano nei loro progetti, consigliarli nel labirintico mondo della comunicazione e dell’editoria. Per me il cliente è una persona, qualcuno con cui confrontarmi e al quale trasmettere conoscenze. Non mi piace (ma a chi piace?) avere un ruolo meramente esecutivo nei lavori che sto curando, anche per conto terzi. Mi piace, invece, ragionare con loro per trovare la soluzione migliore alle loro esigenze.

Scarica il mio curriculum (.pdf)


Ho lavorato, tra gli altri, per:

 

Salva